venerdì , dicembre 9 2016
Breaking News
Home / News / Villa Malaparte – Capri

Villa Malaparte – Capri

Villa Malaparte

Villa Malaparte
Villa Malaparte

Spunta una meraviglia dal mare: Villa Malaparte. 
Su uno dei tanti, splendidi promontori dalla forte roccia dell’isola di Capri spunta uno degli edifici più suggestivi, una vera meraviglia che si affaccia sul mare: si tratta di Villa Malaparte, la residenza che viene considerata, a ragione, una delle opere più straordinarie per quel che riguarda l’architettura degli ultimi anni. L’ambiente e la natura che circondano questa villa non sembrano risentire in alcun modo della presenza di una costruzione così immensa e maestosa, anzi all’occhio del visitatore il complesso che ne scaturisce apparirà come un mix perfetto tra modernità e verde. Il nome dell’edificio deriva essenzialmente da quello di Curzio Malaparte, il noto scrittore, diplomatico e giornalista (autore, tra gli altri, de “La pelle” e “Kaputt”), il quale amava profondamente l’isola campana e sin dagli anni Trenta cominciò seriamente a pensare di erigere proprio qui una villa che lo potesse ospitare nelle sue frequenti visite. Grande amico di Axel Munthe, Malaparte fu impressionato moltissimo dalla splendida dimora di quest’ultimo; la sua fortuna derivò soprattutto dalle amicizie influenti che poteva vantare con Edda e Galeazzo Ciano, rispettivamente figlia e genero dell’allora duce e capo del governo Benito Mussolini.

L’affetto di Curzio Malaparte per la villa.
Una tappa a Capo Massullo a Capri non può prescindere dalla visita della Villa. Lo scrittore, che ne fu il primo proprietario, ci si affezionò immediatamente, tanto da ritenerla un’abitazione in tutto e per tutto simile a lui per quel che concerne il carattere e lo spirito. Villa Malaparte sorge isolata rispetto al contesto urbano, un chiaro segnale di come si volesse dar vita a una casa che consentisse il massimo riposo e relax: il salone, ampio ed elegante, è senza dubbio la stanza più importante, con le sue immense finestre e i panorami mozzafiato che si possono godere da esse. Lo studio di Malaparte è un tuffo vero e proprio nei primi cinquanta anni del ‘900, possiamo immaginare la scrittura alacre di questo personaggio così particolare, le sue idee spuntare e nascere nella mente, proprio mentre sedeva o passeggiava in questi ambienti; le altre stanze importanti sono quella da letto e quella che era destinata ad accogliere amici ed ospiti, confidenzialmente ribattezzata come “ospizio”. Ma Curzio Malaparte si sentiva anche parte integrante di Capri e decise di adottare degli stili piuttosto semplici e sobri in relazione alla struttura complessiva, soprattutto nel tetto. I gusti estetici e architettonici sono completamente del noto proprietario, il quale aveva provveduto a realizzare tutti i disegni e i progetti che illustravano chiaramente cosa intendeva per la sua dimora.

Villa Malaparte oggi.
Malaparte fu legato in modo intenso da stretti rapporti con la Cina: ecco perché al giorni d’oggi la sua Villa si tinge dei colori della nazione asiatica. Lo scrittore fu molto riconoscente al popolo dell’ex Impero Celeste e la sua ferma volontà, una volta passato a miglior vita, fu quella di offrire ospitalità, grazie agli spazi della costruzione, agli artisti cinesi che fossero giunti a Capri per i loro studi e lavori. In realtà, questo testamento non venne esaudito, anche perché gli eredi di Malaparte lo impugnarono, ritenendosi i legittimi beneficiari della Villa; l’assegnazione della proprietà alla Fondazione Ronchi ne ha fatto, fino ai giorni nostri, un centro di primissimo piano per quel che riguarda la produzione di cultura e architettura moderna. Purtroppo, l’abitazione non può essere visitata dai turisti, ma la si può ammirare dall’alto della sua roccia. Tra l’altro, non si può nemmeno dimenticare lo splendido uso che ne venne fatto negli anni Sessanta, quando il regista francese Godard decise di utilizzare proprio Villa Malaparte per dar vita al suo film intitolato “Le Mépris”, una libera trasposizione cinematografica de “Il disprezzo”, opera letteraria di Alberto Moravia.

www.www.irisblog.it

User Rating: Be the first one !

Autore Max

Check Also

prima-colazione

Prendi appuntamento con la prima colazione

La prima colazione è un pasto importantissimo: l’abitudine a consumarla si associa a un migliore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *