sabato , dicembre 10 2016
Breaking News
Home / News / Quando si guasta un hard disk

Quando si guasta un hard disk

Quando si guasta un hard disk

I guasti più frequenti di dischi rigidi e computer e cosa fare in caso si verificano

hard disk
hard disk

computer, gli hard disk e le memorie sono macchine e come tali sono soggette a guasti che possono comprometterne il funzionamento e l’uso. In caso di guasti al processore, ad una scheda o alla RAM, il problema è relativamente semplice, basta la semplice sostituzione del componente guasto e tutto ritorna alla normalità. I guasti all’hard disk, invece, sono particolarmente complicati e soprattutto pericolosi per la possibile perdita dei dati e delle informazioni che vi sono contenute.
Possono comparire messaggi d’errore che informano su eventuali file danneggiati o problemi di lettura da disco. Quando dall’hard disk provengono strani rumorierrori di lettura o scrittura sempre più frequenti e appaiono messaggi d’errore che informano su eventuali file danneggiati oppure quando il computer rallenta sempre più e spesso si blocca, è probabile che il computer sia soggetto a guasti di natura meccanica.

Se c’è la possibilità, quindi, è fondamentale eseguire un immediato backup di tutti i dati che interessano e provvedere alla sostituzione del disco. Apposite indagini statistiche, sono in grado di fornire una graduatoria su quelli che sono i guasti più frequenti che capitano a un hard disk, ecco in dettagli i dati percentuali e i tipi di guasti corrispondenti.
Al 40% vi sono guasti fisici dovuti alle testine di lettura; la testina di lettura ha lo scopo di leggere, scrivere e cancellare i dati e qualsiasi tipo di guasto pregiudica la possibilità di accedere ai dati.
Si possono verificare guasti alle bobine o direttamente alle testine o all’amplificatore delle testine. Anche uno scompenso termico facilmente può creare dei problemi con relativo guasto. L’Head Crash, rappresenta l’errore più comune, che si verifica nel momento in cui le testine atterrano sulla superficie del disco.

20% circa, i guasti di natura elettronica
picchi di tensione sono la causa più comune che provoca guasti di natura elettrica, a seguito di un corto circuito sulla piastra di controllo rendendo così impossibile l’accesso ai dati. Si è di fronte a un guasto di natura elettronica anche quando capita che il computer si accenda, l’hard disk non venga riconosciuto e il processo di inizializzazione si arresti.
20%: guasti logici Si verificano anche eventi per cui la perdita o l’inaccessibilità dei dati non dipende da eventuali problematiche a livello di hard disk o di hardware in generale, bensì da fattori di natura logica come formattazione, cancellazione di file volute o per inconsapevoli, possibili errori da parte dell’utente, virus informatici, tavole di partizione difettose oppure cancellate.
I guasti più comuni sono relativi alla struttura, quando cioè l’hard disk funziona correttamente ma non è possibile l’accesso ai dati che sono stati cancellati o persi.

10%: guasti fisici del firmware
Nel momento in cui si accende il computer, l’hard disk necessita del caricamento di una serie di specifici parametri che sono immagazzinati, al suo interno, nei piatti. Quando questi parametri che sono essenziali per il funzionamento dei dischi, subiscono una corruzione, diventa impossibile procedere alla loro lettura.
5%: guasti fisici del motore del disco
Può capitare che uno dei componenti del motore abbia dei problemi che ne causano un malfunzionamento provocando la perdita dei dati o la inaccessibilità a seguito ad esempio di problemi alla rotazione dei piatti oppure alla simmetria dell’hard disk o di bobine del motore che si uniscono.

4%: guasti fisici ai piatti dell’hard disk
Le cause che provocano un guasto ai piatti dell’hard disk sono molte e diverse, come, ad esempio, una deformazione fisica del disco, la rottura e il cedimento del materiale che riveste la superficie del disco, la perdita delle proprietà magnetiche del disco, ecc.
In presenza di un guasto, di natura fisica o logica, è assolutamente sconsigliato provare ad aprire l’hard disk o tentare di sostituire una testina.
Sono operazioni delicatissime che richiedono l’intervento di personale altamente specializzato e di attrezzature particolari come ad esempio le camere bianche o clean room che ne consentono l’apertura in ambienti sterili e totalmente protetti. è necessario, quindi, rivolgersi a un centro di recupero dati, che provvederà ad analizzare l’hard disk per comprenderne le problematiche ed il tipo di guasto con l’obiettivo di recuperare i dati persi, o almeno la maggior parte di essi se non è possibile la totalità.

User Rating: Be the first one !

Autore Max

Check Also

prima-colazione

Prendi appuntamento con la prima colazione

La prima colazione è un pasto importantissimo: l’abitudine a consumarla si associa a un migliore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *