venerdì , dicembre 9 2016
Breaking News
Home / Ricette / Dolci / Focaccia all’uva fragola

Focaccia all’uva fragola

E’ un po’ come mangiare il pane con l’uvetta, tanto per inquadrare il genere. In Toscana usano metterci anche qualche aghetto di rosmarino e farla piuttosto bassa la focaccia all’uva fragola. Io l’ho utilizzata alta e morbida per la colazione e per inzupparci il latte, dunque non ho messo il “ramerino”, come lo chiamano da quelle parti, che pure è un buon abbinamento, anche se di primo acchito non sembra. Un’accortezza: se non vi piace sentire sotto i denti scrocchiare l’uva, cercate quella senza semi, anche perché cucinandosi ovviamente la materia diminuisce, ma i semi restano

Focaccia all’uva fragola

 

Ingredienti

farina da pane | 200 g
acqua | 120 g
lievito naturale essiccato | 5 g
tuorlo d’uovo | mezzo
scorza d’arancio candita | un pizzico
olio extravergine d’oliva | 2 cucchiai
sale fino | mezzo cucchiaino
zucchero | 4 cucchiai

Procedimento

Amalgamare metà farina con l’acqua e il lievito. Lasciare lievitare in luogo coperto per mezz’ora.

Aggiungere la restante farina l’olio, il sale, 2 cucchiai di zucchero, la scorza candita tagliata sottilmente e il tuorlo.

Amalgamare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Lasciar lievitare, su un piano ben infarinato, per un’ora e mezza circa. Con l’aiuto della farina e delle sole mani (niente mattarello che ammazzerebbe la lievitazione) stendere delicatamente la focaccia,  circa 25X20 cm. Deve restare un po’ alta, ma uniforme sulla superficie.

Lavare l’uva fragola, tenendo solo i chicchi e sistemarli, ancora umidi, sopra la focaccia premendo un pochino perché stiano fermi. Coprire con un telo e lasciare lievitare per 40 minuti.

Da forno freddo inserire nella camera in fondo un contenitore in pirex (o simili, che possa stare in forno, anche vuoto eventualmente) con un bicchiere di acqua, sopra la focaccia sulla griglia rivestita con la carta da forno e impostare la temperatura prima a 120°C poi, dopo 15 minuti, a 170°C per altrettanto tempo, fino a doratura, senza mai aprire il forno, meglio se statico.

Cospargere ancora calda con i restanti due cucchiai di zucchero. Far raffreddare 5-10 minuti prima di tagliarla e servirla, come dolce con una crema inglese o, il giorno successivo come dolce per la colazione Focaccia all’uva fragola.

 

 

 

Autore Max

Check Also

5 errori da non fare: fagioli freschi e secchi - Al mercato si riescono a trovare ancora gli ultimi borlotti nel baccello, e certo non me li potevo far scappare. Ancora poco, poi tornerà il momento di quelli secchi che, insieme a cannellini, fagioli dall’occhio e compagnia riempiranno la stagione fredda di contorni e zuppe fumanti.

5 errori da non fare: fagioli freschi e secchi

5 errori da non fare: fagioli freschi e secchi – Al mercato si riescono a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *